Quando cambiare la cinghia di distribuzione
Info e mercato

Quando cambiare la cinghia di distribuzione

27 Lug 2017
2 0
Archivio categorie >

Costi e tempistiche di sostituzione della cinghia dell’auto

La cinghia di distribuzione, l’organo di trasmissione che collega i due alberi, quello motore e quello a camme) sincronizzando il movimento dei pistoni con quello di valvole di aspirazione e scarico, è un elemento molto importante all’interno di autovettura e, soprattutto, il suo stato è fondamentale per la salute dell’intero motore, come testimoniano i danni molto onerosi (e i conseguenti interventi assai costosi di riparazione) in caso di rottura o lacerazione della cinghia.

Quando sostituire la cinghia dell’auto

La durata della cinghia di distribuzione è indicata dalla casa automobilistica sul libretto d’uso di ogni vettura. Non esistono dei parametri assoluti di longevità, dal momento che questo dato varia in base al modello del veicolo e può essere calcolato in una scala temporale o in una chilometrica: nel primo caso, si va dai 4-6 anni di durata della cinghia delle auto a benzina ai 10 anni per i motori a diesel; nella seconda situazione, le indicazioni delle case automobilistiche suggeriscono di sostituire la cinghia tra 60mila e 120mila km.

Le officine meccaniche professionali offrono possibilità di una diagnosi sul campo: grazie a attrezzature specializzate e a luci idonee i tecnici sanno individuare segni, graffi o lacerazioni che indicano lo stato di consumazione e di danneggiamento della cinghia e valutano se è necessario effettuare la sostituzione.

Quanto costa la cinghia di sostituzione

In ogni caso prevenire è sempre meglio che curare, soprattutto quando si tratta della cinghia di trasmissione. Una semplice cinghia ha un costo relativamente basso, dai 40 ai 100 euro, mentre l’intervento di sostituzione e manutenzione – che può interessare anche i vari componenti ausiliari, dai cuscinetti alla pompa dell’acqua – si aggira sui 500 euro circa per una vettura media.

Questo può sembrare a prima vista un costo elevato, ma non è nulla rispetto alle spese da affrontare in caso di rottura della cinghia: si stima che per riparare il guasto al motore siano necessari in media 2400 euro, escluso il trasporto fino in officina. A questo danno economico si aggiunge poi quello effettivo di rimanere a piedi magari durante un lungo viaggio o una trasferta.

Ecco perché eseguire periodicamente la manutenzione e la sostituzione della cinghia di trasmissione, attenendosi alle indicazioni previste per il modello di auto interessato, è il miglior modo per risparmiare e per garantire la sicurezza sulla strada.

Condividi la notizia

automobili-vendita-mondo-dati-l.jpg
01 Ago
INFO E MERCATO

Nel mondo si comprano sempre più auto: 91 milioni nel 2016

Alla fine di giugno è stato pubblicato l’Osservatorio Auto Findomestic, lo studio che documenta i...

auto-piu-vendute-2017-l.jpg
01 Ago
INFO E MERCATO

Le auto più vendute in Italia nei primi 6 mesi del 2017

Con il mese di giugno sono stati diffusi i primi dati relativi alle nuove immatricolazioni della pri...

auto-senza-pilota-guida-autonoma-l.jpg
31 Lug
INFO E MERCATO

Auto senza pilota: i 6 livelli di guida autonoma

Il sogno di poter viaggiare su auto senza pilota si sta piano piano trasformando in realtà, ma a on...

< Chiudi

NOTIZIE PIÙ LETTE

Volvo manda in pensione il motore a scoppio
28 Lug
NOVITÀ E SALONI

Volvo manda in pensione il motore a scoppio

2019: segnatevi questa data, perché potrebbe rappresentare una svolta rivoluzionaria nel mondo automobilistico. E ci sono tutte le premesse perché l...

Richiesta Informazioni

Rispondiamo entro 24 ore!

Nome*
Privacy policy

I campi contrassegnati da * sono obbligatori